18

Quattordicesima settimana [Novantacinque grammi di bellezza!!]

lunedì, dicembre 14, 2015

La quattordicesima settimana è iniziata con un regalo, materiale. Fino a quel momento ogni regalo importante è stato sotto forma di annuncio, niente di più bello che una buona notizia relativa alla vita che porto dentro e che non posso controllare. Ecco cosa ho trovato e tutt'ora trovo frustrante parlando di gravidanza, il fatto di non avere potere o controllo sul benestare di mio figlio. Io che sono mamma da circa quattro anni - quando il circa sostituisce gli otto mesi iniziali che ci hanno visti separati - so perfettamente cosa significhi avere un figlio, amarlo, crescerlo e proteggerlo. Ma se sono in grado di prendermi totalmente cura di mio figlio NE, non posso dire di poterlo fare con quello che porto in grembo. Non avere alcuna facoltà sugli eventi spaventa nella vita in generale e lo fa nella sua forma peggiore quando ci sono di mezzo i propri bambini!!Tornando al sopracitato regalo e mettendo da parte le paure, vi raccontavo di quando ho ricevuto il primo acquisto legato alla gravidanza. Ho sempre saputo che, se mai fossi arrivata a questo punto della gravidanza, avrei comprato questo marchingegno e così è stato. La rapidità sui tempi di consegna, trattandosi di un acquisto fatto online, mi ha piacevolmente sorpresa. Il pacco lo aspettavo per venerdì, ovvero un giorno dopo la visita fissata col ginecologo nord europeo ed invece, sbugiardando l'opinione comune [veritiera!!] sulla lentezza della Bahia, è arrivato con enorme anticipo lo scorso lunedì mattina. Ritiratolo immediatamente e testato poche ore dopo, ho avuto la conferma di aver fatto la scelta giusta, per me e per la mia ansia che nonostante abbia una dimensione certamente più umana rispetto ai primi mesi, non se n'è andata del tutto ed ovviamente mai se ne andrà. Ero consapevole anche che questo attrezzo nascondesse un lato pericoloso legato al suo funzionamento, capace di aumentare la preoccupazione invece di placarla. Io personalmente sono stata fortunata, perché fin dal primo giorno mi sono trovata benissimo con il mio Angel Sound, ovvero quell'apparecchio che permette di sentire a casa propria il battito del bambino ogni volta che se ne sente il bisogno o quasi, che se così fosse ognuna di noi passerebbe le giornate sdraiata alla ricerca di quella musica vitale!!Il primo giorno ci abbiamo messo un po' per trovare quel cuoricino, visto che posizionavo l'apparecchio decisamente troppo in alto. Alla quattordicesima settimana infatti, va cercato poco sopra il pube, dove appoggia l'elastico delle mutande per intenderci ed è proprio lì che lo abbiamo scovato con nostra sorpresa. L'amore ci ha raggiunti al galoppo, con quel pulsare rapido ed inconfondibile che è la vita che nasce e che esplode. Il giorno dopo è andata peggio, il primo tentativo è fallito ed il secondo non ci ha dato molta soddisfazione, ma in nessuno dei due casi sono andata in panico. Da quella volta l'ho riacceso solo oggi, dopo una notte di dolori lievi e crampi alla pancia sentivo il bisogno di conferme e lui non ha tardato a farmele avere. Il piccolo cuore si è fatto sentire all'istante forte ed inconfondibile, io e mio marito ce lo siamo goduto per alcuni minuti, totalmente in estasi. "I soldi meglio spesi!!" - è stato il nostro verdetto e personalmente mi sento di consigliarlo a chi, come me, avesse una lieve tendenza alla preoccupazione, seppur giustificata tutto sommato.


Giovedì è arrivato in un istante e non privo di preoccupazione. Il giorno prima si sono ripresentati i soliti pensieri, benché meno violenti e l'idea che qualcosa potesse andare storto non se n'è andata fino al giorno successivo, una volta usciti dallo studio medico. Per la prima volta il nostro appuntamento non era limitato all'ecografia come nei casi precedenti, ma si trattava di una visita vera e propria. Il dottore mi ha infatti posto svariate domande e a mia volta gli ho fatto le mie, quesiti e dubbi ai quali avevo bisogno di trovare una risposta e sui quali lui, con pazienza e senza furia, ha fatto luce illuminando tutti i punti oscuri e spiegando minuziosamente ogni risposta. Abbiamo rivisto insieme l'uso di alcuni farmaci, mi ha dato il via libera per quanto riguarda bagni in mare e piscina, camminate, alcuni cibi e su quell'ormai sconosciuto... il sesso!! Mi ha tolto alcuni dubbi sulla questione più calda del momento in alcune regioni del Brasile, che vedono una zanzara come grande pericolo per le donne in dolce attesa. Sembra infatti che ci siano legami tra problemi neurologici riscontrati in bambini appena nati da donne che durante la gravidanza avevano contratto la febbre ed il virus Zika. In realtà non ci sono prove, ma certamente l'aumento di casi di microcefalia fanno preoccupare e purtroppo gli interessi e la speculazione che si nascondono dietro la vendita di repellenti e varie non aiuta a contenere l'allarme. Perché siccome a noi ci vengono le cose facili, una preoccupazione in più ci voleva proprio!!
Risolte le questioni teoriche da mettere in pratica in un secondo momento, siamo passati all'ecografia. La parte più spaventosa e allo stesso tempo la più bella, l'aspettavo da settimane con tanta paura quanta euforia. La preoccupazione col tempo va diminuendo e lascia spazio alla meraviglia, la stessa che non ha tardato a comparire sullo schermo.
Eccolo lì, ancora una volta il nostro amore sul grande schermo!! Non ho solo una musica preferita adesso, ma anche uno spettacolo che non smetterei mai di guardare. Abbiamo misurato nuovamente il cranio, sentito il battito con i suoi 144 bpm di ritmo frenetico, controllato lo stomaco, il cordone, gli arti, misurato il femore e appurato che tutte le misure sono in linea con la quattordicesima settimana. Lo abbiamo visto più volte dall'alto e di lato, novantacinque grammi di bellezza, poi il dottore di sua iniziativa ha voluto controllare ancora una volta il sesso e non è stata un'impresa facile, visto che il monello non si è fermato un attimo. Mentre cercava di catturare l'attimo giusto, ha messo la visualizzazione in 3D ed in quel momento mio figlio è diventato così reale da avere l'impressione di poterlo prendere tra le braccia. È stato bellissimo vederlo muovere così e alla fine il verdetto ha confermato l'ipotesi della volta scorsa, con più certezza ma con ancora un possibile margine di errore. 




Questa ecografia ha rappresentato la svolta, da quel giorno infatti mi sono permessa di mostrare in pubblico la pancia senza paura. Dopo averla sognata per anni questa pancia, adesso sembra mettermi in difficoltà. Non so come spiegarlo, suona ridicolo anche a me medesima, eppure ho paura a sfoggiarla perché temo che possa succedere qualcosa, mi sembra esagerata per l'epoca gestazionale, ho l'impressione che sia sempre troppo presto per rivelare al mondo che aspetto un bambino nel modo tradizionale in cui si aspetta. Ho già aspettato un figlio, ma non l'ho mai fatto così e adesso sembra quasi che non tocchi a me un tale privilegio. 
La parte più bella della storia però, riguarda mio figlio NE e la sorpresa di diventare fratello maggiore, ma è un argomento che mi sta particolarmente a cuore e che, riguardando anche il tema adozione, merita un post a parte che pubblicherò a breve!!
Per il momento andiamo avanti così, in questo percorso così bello da apparire irreale. La notte ho il sonno agitato, faccio sogni strani e mi sveglio di frequente, così ci metto alcuni secondi prima di realizzare la verità, perché ogni volta che apro gli occhi la prima domanda che il mio cervello pone a se stesso è proprio se questa storia della gravidanza è finzione o realtà ed è bello per la prima volta dopo anni potergli rispondere che è tutto assolutamente vero.



"Le tremava la voce. Ma tremava di forza, e di voglia. Non di paura." 

[Oceano Mare - A. Baricco]

ti potrebbero anche interessare

18 commenti

  1. Mostrala questa pancia.... l'hai cercata e voluta cosi tanto che merita davvero di essere mostrata ai 4 venti!!! xx

    RispondiElimina
  2. Mostra la pancia! Poi ti mancherà. Passano così in fretta questi mesi. Hai tutto il diritto di mostrarla. Stai andando alla grandissima! Un abbraccio! Dai, siamo al toto nome tra un pochino. Puoi concederti il lusso di cominciare a pensarci!

    RispondiElimina
  3. È realtà. È realtà!!!! Goditi la pancia, non avere paura. Ti abbraccio forte e ti mando tutti i bei pensieri che posso :)

    RispondiElimina
  4. Stai facendo un ottimo lavoro cara Eva!!! Le paure le comprendo benissimo, il tuo percorso è speciale e come tale fa molta paura ma piano piano saprai gustarti ciò che accade, imparerai a rilassarti sempre un po' di più, senza esagerare, con la delicatezza che ti appartiene e che ti rassicura...un po' alla volta stai facendo faville!!!
    Un pensiero speciale a Noah Enzo che sta per raggiungere una tappa delicata ed importantissima della sua crescita, sorretto dal vostro immenso amore...

    RispondiElimina
  5. Senza parole... Bellissimo post <3 xxxVale

    RispondiElimina
  6. Sono cosi' felice per te che non riesco neppure a trovare le parole!!! <3

    RispondiElimina
  7. ti leggo in silenzio per non interferire con questo meraviglioso suono angelico che ormai accompagna, nel cuore o nella tecnologia, le tue giornate. Mi godo la tua meraviglia e mi immagino i tuoi occhi e le tue mani spalancarsi ogni settimana un po' di più. Ti penso spesso e ti abbraccio con tutto il cuore!

    RispondiElimina
  8. ....il diamante davanti, con la paura che a scrutarlo, si perda qualcosa della bellezza intravista. Il diamante che sorride da dietro la barriera di parole, da dietro l'incastonatura di frasi, di pensieri, di storie. Il diamante dentro un guscio di donna, una corazza di carne e madre-perla. Il mio nuovo diamante che si difende dal mondo attaccando il mondo. Con la sua bellezza efferata, con le forme che riecheggiano su un monitor, che risuonano in me come dentro una navata di una chiesa. Osservo il diamante. Abbandono ogni difesa.

    :)

    RispondiElimina
  9. Felicità e basta!!!!!!!!Ve la meritavate finalmente!!!!!!!!

    RispondiElimina
  10. Sai che ho raccontato la tua storia a una mia amica...che ha iniziato il tuo percorso ma che al primo tentativo è andato male. E' troppo bello quello che ti sta accadendo...e va bene se ti trema la voce, il sonno agitato....ma come hai scritto tu è forza. Un abbraccio a questa splendida famiglia ....colgo l'occasione per farvi gli auguri di buon Natale. Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Che meraviglia! Le settimane passano, una dopo l'altra...e angel sound è stato davvero un grande amico per me (e io lo usavo davvero spesso, lo ammetto!)

    RispondiElimina
  12. Che bello! Sono tanto contenta per te e per voi!
    E l'Angel Sound è stato anche per noi un amico prezioso per gran parte della gravidanza: ricordo benissimo l'effetto placebo che aveva ogni sera su di me ogni tipo di suono, dal battito alle bolle del movimento, che mi parlava del mio cucciolotto... =)

    RispondiElimina
  13. Ho avuto paura come te di mostrare la pancia..ma vedrai che passerà e, comunque, tra non molto non potrai farne a meno :). Mi commuove leggere quello che vi sta accadendo e sono immensamente felice per voi. Sono momenti preziosi..un abbraccio grande

    RispondiElimina
  14. Commento poco ultimamente, ma ti leggo sempre. Forse avevo paura come voi che qualcosa andasse storto per scrivere qualcosa... Ora però goditela questa pancia e mostrala al mondo. Ti confermo che poi un poco ti mancherà. Un abbraccio grandissimo!

    RispondiElimina
  15. Buon Natale Eva, il migliore che tu possa immaginare.

    RispondiElimina
  16. Buon Natale Eva, il migliore che tu possa immaginare.

    RispondiElimina
  17. Buon Natale Eva, il migliore che tu possa immaginare.

    RispondiElimina

Translate

I miei post via mail

Like us on Facebook