50

BETA HCG#4 [Il passato ha di bello che è passato]

lunedì, ottobre 05, 2015

Le ore che precedono i risultati delle Beta, quelle scandite dal tempo dell'attesa, si somigliano un po' tutte. Anche la paura rimane invariata, presentandosi addirittura rinnovata, nonostante la logica  
suggerisca un allentamento della tensione a seguito di buone notizie. Il fatto è che non sappiamo mai cosa aspettarci. Le casistiche sono infinite, le buone notizie arrivano inattese e sorprendenti come quelle brutte. Un giorno va bene, l'altro non possiamo saperlo. Tutto cambia e si trasforma in un istante. Oggi e nei giorni passati ho ricevuto diverse brutte notizie da ragazze che come me stanno affrontando il percorso della PMA. Ognuna con una storia propria ed un destino differente, ma tutte con lo stesso obiettivo e con gli stessi sentimenti di speranza. Fa male, fa tanto male e ad ogni ostacolo, mio o altrui, il panico torna a bussare alla porta. I risultati spaventano come fossero sentenze definitive, senza possibilità di appello. Ogni sintomo, ogni crampo, ogni dolore la cui intensità rimane dubbia, ci ricorda e sottolinea la fragilità di cui siamo fatte. Sogniamo uno stato fisico che speriamo duri, ma che potrebbe tranquillamente essere temporaneo o perfino non esistere mai.
Queste Beta mi preoccupavano in modo particolare. L'altra volta fu proprio arrivati a questo punto, ovvero al quarto dosaggio delle Beta, che i numeri cominciarono a scendere vertiginosamente, per poi tornare su con nostra immensa sorpresa. Eppure quel procedere lento e quel calo improvviso avevano già raccontato il nostro destino e scritto un'inevitabile epitaffio, nonostante la speranza e i fatti ci abbiamo permesso di sognare ancora per qualche settimana. Fino all'ottava, per l'esattezza. 
Questa è una storia nuova però ed io stessa sono una donna diversa da quella di un anno e mezzo fa. Me lo ripeto continuamente e lo stesso fanno le persone che mi stanno accanto. Devo smettere di credere che gli eventi si ripetano e accettare che il passato è letteralmente passato.



Ieri è stata una giornata di relax, esattamente come ci si aspetta dalla domenica. Durante tutto il giorno mi hanno accompagnato crampi al basso ventre, nella parte centrale. Mi sono raccontata la storia dell'utero che si prepara alla gravidanza e sono rimasta calma tutto il giorno. Stamani però ho sentito il bisogno di ripetere le Beta, di vedere un nuovo numero e sapere cosa stesse succedendo qui dentro. Così dopo aver fatto colazione e un mattutino shopping telefonico di eparina, ben tre scatole in una farmacia di São Paulo, ho preso la macchina e sono andata in centro. Da sola. Mi piace guidare in solitaria, perché mi permette di tenere il volume della musica decisamente alto, cosa che cerco di evitare quando NE condivide l'abitacolo con me. Mi sono goduta ogni nota, accompagnata dalla vista del mare che costeggia tutta la strada fino al centro città. L'oceano sulla sinistra, la natura rigogliosa a destra ed io nel mezzo, veloce come il vento. Sopra, il sole del mattino. Mio marito nel frattempo si è occupato di nostro figlio [in ferie fino a martedì prossimo, tanto per facilitare le cose!!] e si è preoccupato dell'acquisto dell'immunoglobulina umana intravenosa, in una diversa farmacia seppur anch'essa nella metropoli paulista. Gli accordi prevedono che arrivi domattina all'aeroporto di Porto Seguro e che si possa procedere al ritiro della merce dopo le dieci. Una volta nelle nostre mani possiamo recarci in ospedale, dove dovrebbero procedere con l'applicazione. Ho già la richiesta del medico e per quanto ne so, si tratterà di una semplice flebo. L'unica accortezza richiesta è che il farmaco sia a temperatura ambiente al momento della trasfusione e che il trattamento abbia una durata di almeno 40 minuti, nonostante abbia letto che consigliano di farlo durare addirittura qualche ora, perché sembra che possa dare fastidiosi effetti collaterali al paziente. 
Non sono preoccupata, i fori non sono più un problema e i farmaci, con i conseguenti ed inevitabili fastidi, nemmeno. Al contrario sono impaziente di ricevere dentro me questi anticorpi. Una volta che saranno con noi, dentro me e accanto alla vita che porto in grembo, mi sentirò completa perché cosciente di aver fatto davvero tutto il mio dovere. Più di questo non posso fare, non possiedo altro potere, una consapevolezza che non mi assicura niente nella pratica ma che mi trasmette una teorica serenità d'animo. 

A metà pomeriggio sono arrivati i risultati e ancora una volta hanno spazzato via il timore di un passato che sembra abbia intenzione di non ripetersi e che spero rimanga esattamente dov'è, legato a quell'ormai lontano marzo 2014. Ancora una volta un bel numero ampio, abbondante come la positività che ha portato con sé. Le Beta evolvono nella maniera giusta e questa è una novità per noi, soprattutto essendo arrivata dopo una stimolazione ed un Transfer non certo privi di preoccupazioni.
Oggi entro nella sesta settimana di gravidanza e questo numero è decisamente meno confortante, ma mi serve a mantenere i piedi ben piantati in terra e a ricordarmi che siamo solamente all'inizio di un lungo percorso e suona strano, perché noi donne della PMA quel cammino lo cominciamo almeno un mese prima del consueto test di gravidanza, quando ancora niente è accaduto oltre all'arrivo di un ennesimo, doloroso ciclo mestruale. 
È così assurda quest'avventura. Oggi riflettevo sul fatto che non riesco a concepire una gravidanza senza farmaci, una sensazione che ho percepito sulla pelle, chiara come le punture che mi faccio quotidianamente, come i segni che mi lasciano. Sono incapace di immaginare di essere semplicemente incinta, senza se e senza ma. Gravidanza e serenità non vanno di pari passo nella PMA, appartengono a due mondi differenti ed io so che non potrò mai abitarli entrambi e ormai poco mi importa. Deve essere lo stesso motivo che non mi spinge più ad aver voglia di condividere questa gravidanza, al di là del blog e delle famiglie d'origine. Ho messo via la bramosia e la furia, tengo sotto controllo l'entusiasmo e in silenzio vado avanti. È tutto quello che mi importa, avanzare lentamente verso la meta e chissà che di buona lena, senza presunzione alcuna, non si arrivi davvero a stringere questo grande sogno.
La PMA mi ha trasformata, se in bene o in male ancora non l'ho capito. Di certo mi ha permesso di valicare e sondare i miei limiti, scoprendo quanto poderoso possa essere il corpo di una donna. Mi ha insegnato che non esiste niente di più potente della forza di volontà, soprattutto quando affiancata dal desiderio di maternità e mi ha sbattuto in faccia che volere non è sempre potere, ma che tentare è l'unica via per arrivare a destinazione.  




"Le scarpe. Sì, le scarpeCon i libri vai dove ti pare rimanendo fermoma con le scarpe vai in posti lontani portandoci il corpo e ciò che contiene. Oggi mi è chiaro quanto siano importanti le mie scarpe. Grazie a loro potrò percorrere questo labirinto che è la vita. Il labirinto non si può evitare, ma bisogna stare molto attenti al filo.”
[Ciò che inferno non è - Alessandro D'avenia]

ti potrebbero anche interessare

50 commenti

  1. Evviva, numeri sempre più belli!!!!

    RispondiElimina
  2. Ti leggo appena sveglia, prima di andare a lavorare, e quel numerone è un modo bellissimo di cominciare la giornata (così come le foto di NE, che splende di una luce purissima!!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Cristina, grazie. Sono così felice che tu mi accompagni in questo percorso!!

      Elimina
  3. E' possibile che questo stato d'animo ti accompagni fino al momento del parto, alle cose belle quasi non ci credi neanche quando te le ritrovi in mano :)
    Saranno mesi col fiato sospeso a ogni controllo, irti di punture, ma questo inizio fa ben sperare. Ti tengo la mano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicura che questo stato d'animo non mi abbandonerà mai, anche quando tutto dovesse andare bene. L'ho messo in conto e sono pronta ad affrontarlo, anche perché sta a significare che andiamo avanti :)
      Grazie di cuore, Livia!!

      Elimina
  4. Bellissimo!!!
    Grazie per farmi partecipare a tutte queste emozioni!
    Benedetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per essere ancora una volta qui con me!!

      Elimina
  5. Che bel numero Eva!!!
    Ammiro e sostengo il tuo atteggiamento, così umile e consapevole...sei una bella persona che sa imparare e mettersi in gioco e questa cosa non è da tutti!!! Quest'esperienza ti avrà insegnato tanto e quando stringerete il vostro desiderio ti sarà molto utile!!! Del resto si sa la vita non è mai lineare ed è piena di ostacoli, il passato è passato sono d'accordissimo con te (ed è giusto che sia così!) ma l'esperienza insegna!!! Sono felicissima per voi.....:-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Lia!! È sempre bellissimo per me guardarmi attraverso le tue parole. Niente da aggiungere... :)
      Ti abbraccio

      Elimina
  6. Numeri enooooormi!!!!!!!!
    Il problema della pma è ke finché nn avremo un bimbo urlante tra le braccia nn ci crederemo ke ci sia x davvero!!!! ;-)
    Un bacio
    Kris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo penso anche io!! Allora speriamo di poterlo stringere presto e così poterci anche ricredere :)

      Elimina
  7. Eva è stupendo!un numero pieno di gioia!purtroppo a me non è andata bene, ieri Beta negative...ma lo sapevo. Dal 9° post transfer ho avuto delle perdite, poche, illusorie, ma comunque presenti, anche oggi e chissà fino a quando. Però ci sei tu, con il tuo successo e questo vuol dire che i sogni si avverano. Bisogna lottare...e lotterò.
    Tanti auguri Eva, e come sempre tanti baci ai nostri cuori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh cara, mi dispiace davvero tanto. Non ho grandi parole da poterti regalare, solo un grande abbraccio.
      Dire che io ce l'ho fatta è ancora molto prematuro, purtroppo. Nel mio caso l'attecchimento non sembra un problema, ma potrebbe esserlo la gravidanza. Io continuo a sperare e tu fai lo stesso, se non va si può sempre ritentare e la felicità prima o poi arriva. Voglio pensare così!!
      Non mollare e tienimi aggiornata, mi raccomando e sì, tanti baci ai nostri cuori.

      Elimina
  8. Che emozione! Impossibile non gioire!!!
    Ti abbraccio fortissimo!
    Elisabetta

    RispondiElimina
  9. Ogni volta che vedo un post nuovo ho un tuffo al cuore!
    Sta andando alla grandissima!
    Domani avrai anche l'arma segreta e andrà tutto benissimo!
    Quando faranno la prima ecografia?
    La tua gravidanza è frutto dell'amore. I tuoi figli non potranno MAI dubitare di essere stati voluti e cercati! Nessuno di loro. Magari il percorso non è stato "standard", magari è stato più difficoltoso di altri. Ma sono frutto dell'amore e in questo questa gravidanza non è dissimile da qualsiasi altra che sia stata cercata e voluta con forza. Anche NE è frutto dell'amore, perchè è il vostro amore che lo cresce e lo nutre.
    E nessuna gravidanza è totalmente serena. Per quanto tutto possa andare bene, vivi sempre sospesa. Come vivi sospesa dopo, quando il bimbo è nato.
    E' essere mamma: vivere sempre in attesa e sospesa.
    Ti abbraccio
    Giorgia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che la gravidanza di per sè sia uguale alle altre lo penso anche io, esclusi i "millemila" farmaci. La paura probabilmente c'è sempre, credo sia un po' diversa la consapevolezza, come accade sempre nella vita. Ogni esperienza porta a vivere le cose in maniera diversa, esistono paure fondate e paure che lo sono meno, non per questo le une sono meno spaventose delle altre però. L'amore non manca, è solo il destino che è un pochino pigro. Ma noi ci stiamo lavorando e speriamo di avere la meglio!!
      La prima eco la farò martedì mattina :)
      Grazie mille, Giorgia. Le tue riflessioni sono sempre interessanti.

      Elimina
  10. Eva, come ti capisco! Per me i giorni dopo le beta sono stati tutto tranne che tranquilli! Ogni mattina mi svegliavo nervosa e decisamente angosciata dalla paura che potesse finire tutto. con l'avanzare della gravidanza mi sono tranquillizzata, ma non nascondo che fino al parto una parte di me ha avuto il timore di perdere tutto. non è facile dopo il nostro percorso vivere la gravidanza con naturalezza, ma vedrai sarà bellissimo lo stesso anzi forse di più. Ti voglio bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo tutte sulla stessa barca durante il tragitto. Poi c'è chi, come te, riesce a concludere il viaggio e finalmente scendere a riva. Però non si dimentica mai. Le tue parole sono così chiare e lucide tesoro, si vede che ricordi tutto, nonostante la felicità infinita si trovi adesso tra le tua braccia. Non c'è niente da fare, la PMA segna noi donne. I segni però ricordano anche le cose belle, per fortuna!!
      Grazie per esserci. Ti voglio bene anche io e ne voglio al tua figlia e alla tua mamma.

      Elimina
  11. bellissimi numeri!!!! già batte il cuoricino :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero!! Ed è quello che spero di riuscire a sentire la prossima settimana :)

      Elimina
  12. Cara Eva, ti leggo da un po' ma questa è la prima volta che commento.
    Oggi sono anche io a 5+1.
    Questa è la mia seconda gravidanza e la mia prima bimba è arrivata dopo 2 anni e mezzo di ricerche, punture, monitoraggi e delusioni. Niente in confronto alla PMA, mi rendo conto, ma il dolore sarà in parte uguale. Pensare che non si riuscirà mai ad avere un pancione è una cosa che segna per la vita, anche quando poi ce l'hai.
    E mai avrei pensato, adesso che la mia bimba stupenda ha 20 mesi, che la Vita potesse regalarmi il brivido e l'ebrezza di una gravidanza non cercata e programmata, quasi neanche sospettata.
    E invece eccomi qui.
    Ti ho pensata tanto in queste settimane. Dall'altra parte del mondo c'è un fagiolino che cresce insieme al tuo <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucy!!
      Sono felice di leggere la tua storia, un'esperienza sicuramente positiva. La vita qualche volta sa essere davvero sorprendente ed è confortante sapere che il destino qualche volta porta anche cose belle.
      Non mi aspetto altrettanta fortuna, ma spero di poter vedere crescere anche io questa pancia, in contemporanea con la tua.
      Un grande abbraccio a tutti voi

      Elimina
  13. Hai ragione cara, l'inizio della sesta settimana per una gravidanza normale è solo l'inizio.. per noi sembra una vita che l'avventura è iniziata.. e siamo già stremate e provate, ma dobbiamo trovare nuove energie tutti i giorni... evidentemente c'è una fonte inesauribile dentro di noi, e non lo sapevamo :-D Mi hai fatto commuovere.. perché sono troppo felice per te, e troppo felice di poter condividere tutto questo..

    RispondiElimina
  14. Sono altissimeeeeeeee!!!!! Yuppiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  15. Dai dai, che sta andando tutto bene!!!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  16. Mi sento così vicina a tutto quello che scrivi, e mi fai commuovere ogni volta che leggo così splendide notizie...e per me sono passati già 18 mesi dalla nascita di mio figlio tanto desiderato, voluto, cercato con tutti i mezzi a disposizione, con tutte le punture necessarie, con tutta la volontà che ho potuto metterci!
    La PMA ci cambia e, secondo me, ci rende più consapevoli del miracolo di cui siamo testimoni, più grate alla vita! ti abbraccio forte
    Nunalue

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si racconta la PMA a chi già la conosce così bene. Grazie per queste parole, mia cara. Spero di avere lo stesso tuo destino felice, lo spero con tutto il cuore. Grazie anche per l'affetto.
      Ti abbraccio

      Elimina
  17. Ogni esperienza ci cambia, sia positiva, ma soprattutto le negative. Ci rendono diverse. A volte donne migliori a volte no.
    questa esperienza va nel verso giusto e non può che farti felice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per ora direi proprio di sì. Domani altro step importante... :)

      Elimina
  18. C'è chi ha bisogno come D'Avenia delle scarpe... ma voi il vostro primo figlio siete andati a prendervelo con le infradito brasiliane, e mo' quest'altro tranquilla che ci arrivate pure a piedi scalzi (..scusa il tono, ma questi meganumeri ora non hanno bisogni di parole lievi, ma di un sonoro grandissimo OLE che dobbiamo fare noi al posto vostro, che giustamente ancora tremate..)
    E allora io mi butto, perchè qualunque cosa accada ora se lo meritano proprio: OLEEEEEEEEE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre piene di energia le tue parole.
      Spero tu stia meglio. Ti penso spesso e con affetto.

      Elimina
  19. Mi sembra una notizia positiva no? Sono così felice per te (per voi), ti auguro tutto il bene del mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto fino ad oggi sembra positivo... Ma non lo voglio dire troppo forte.
      Grazie per esserci, sei un tesoro.

      Elimina
  20. il passato ha di bello che è passato! ma che frase stupenda!
    cavolo Eva, certe volte i sogni si avverano!! :-)

    noi invece siamo nella fase dell'ansia e dell'attesa (quella prima di quella vera), mia cognata ha il transfer questo week end/inizio prossima settimana e abbiamo così tanto bisogno anche noi di voi!
    non si può fare altro che vivere!
    io però scrivo a mio fratello tutte le tue frasi finali, perché i nostri sentimenti (di tutti noi) sono gli stessi.
    un abbraccio grande
    Assunta

    RispondiElimina
  21. amo leggerti e seguirti...anche io sono una mamma da un anno...figlio naturale arrivato dopo un po'...la mia infanzia: sono stata adottata a 5 anni mi ha fatto vivere la gravidanza e il post g con molti up e down ma spero che l 'ansia che mi accompagna a poco a poco svanisca...dove vivi precisamente?
    Iri

    RispondiElimina

Translate

I miei post via mail

Like us on Facebook