49

BETA HCG #5 [In attesa della prima ecografia]

lunedì, ottobre 12, 2015

Nella fecondazione assistita non è possibile limitarsi a puntare verso la meta. Il traguardo è davvero troppo lontano ed il percorso pieno di curve non permette di scorgerlo. Per questo motivo si procede concentrandosi sulle varie tappe, una per volta e senza scorciatoie. Noi ne abbiamo già raggiunte alcune, nonostante nell'ottica della gravidanza io sia davvero all'inizio. Entro oggi nella settima settimana e domani affronterò un altro step davvero importante, quello sicuramente più decisivo e rivelatore fino ad oggi: la prima ecografia.

La volta scorsa anche le ecografie rappresentarono un momento difficile. A sei settimane, con le beta in calo, era visibile solo la camera gestazionale. A sette c'era all'interno il sacco vitellino e nessun embrione. Solo a otto settimane e mezzo fu possibile vedere il feto e ascoltare il cuoricino che batteva "bem baixinho", come disse la mia ginecologa, parole che solo col tempo ho capito avere un preciso significato. L'ho fatto ancora, sono andata a vedere i miei vecchi post e avevo totalmente rimosso di essermi accorta di aver abortito solo a metà dell'undicesima settimana, quando invece i dati alla mano dicevano che il feto ci aveva lasciato circa due settimane prima.
Questa è però una nuova storia, l'ho scritto praticamente in ogni post come promemoria a me stessa e ne sono davvero consapevole. Le mie beta sono diverse e sono cresciute. Venerdì le ho ripetute per la quinta ed ultima volta. "Dica lo giuro?" - "Lo giuro." Quando è arrivato il risultato ci siamo impauriti, perché non era il numero che ci aspettavamo. Continuavamo a fare i conti moltiplicando i valori ogni due giorni, quando invece sembra che superata la cifra di 1200 il raddoppio avvenga ogni tre. 
In tal caso i numeri vanno bene, me lo hanno confermato anche dalla clinica dopo avermi fatto notare che non era necessario ripeterle, che posso [devo!!] smetterla e che arrivati a questo punto solo un'ecografia può dirci qualcosa di importante. Mi sono sentita un po' come una bambina colta in flagrante con le mani nella marmellata!!
In linea generale però sono tranquilla, molto tranquilla, innaturalmente ed incredibilmente tranquilla. Parlo di una serenità profonda, uno stato di quiete continua. Sono docile, sono sorridente come non lo ero da tempo, sono felice. Non so bene come interpretare questo stato d'animo, ma lo accetto di buon grado. Se dovessi paragonarlo a qualcosa, somiglia ad un pensiero libero, alla frivolezza, alla follia e se così dovesse essere, ben venga anche lei in questa testa che non so più interpretare, ma che mi piace molto in questo nuovo ed inaspettato mood. Non ho paura, nonostante sia lucidamente consapevole di come tutto possa finire domani o poco più in là. So che considerati i numeri domani qualcosa si deve vedere e che se così non fosse - perdonate anticipatamente il francesismo - sono cazzi amari!! So che qualcosa può sempre andare storto, ma non riesco a preoccuparmi prima del dovuto. Ho pensato che deve essere merito vostro, di tutta l'energia che mi avete inviato in queste settimane, di tutta la forza che mi avete trasmesso e di tutte le lavate di capo che mi avete fatto sulla positività. Sognatrice son sempre stata, voi però mi avete in qualche modo trasformata, mostrandomi il lato bello in ogni occasione ed è proprio a quello che io penso in questi giorni. Solo a quello. In effetti non penso tanto, ecco. Forse anche questo è un altro piccolo segreto, mi occupo la testa e lascio scorrere le ore senza particolari pretese. Mi godo quello che ho, questi giorni sospesi e un po' pigri. Accetto questa lentezza e tutto intorno a me sembra trattarmi con gentilezza, il tempo stesso e i miei pensieri sono clementi. 
Ho fatto una richiesta alla mia famiglia. Ho chiesto, nel caso le cose domani dovessero andare male e qui dentro non ci fosse la vita che ci aspettiamo invece di trovare, di non fare drammi. Io mi concederò certamente la dovuta sofferenza. La prima volta me la sono negata e lei si è ripresentata con gli interessi diversi mesi dopo, è un errore che faccio sempre di fronte al dolore. Ho quindi chiesto forza da chi mi sta accanto e coraggio, lo stesso che potrebbe venirmi a mancare. Spero tanto che queste siano state parole buttate al vento, perché ovviamente desidero sentirla battere dentro me la vita, forte e chiara, ma se così non dovesse essere so che avrò il giusto appoggio e intendo ricordarmi che la vita batte già tutta intorno a me e di quella ne ho certezza, perché me la sento addosso ogni giorno nei cuori dei maschi che vivono con me e per i quali io vivo.
Questa è quindi solo la premessa di un giorno che spero non deluda le nostre aspettative di felicità. Mi aspetto di provare la grande emozione di una donna che incontra per la prima volta suo figlio, in un modo che io non conosco ancora bene ma dal quale non mi farò trovare impreparata, ammesso che si possa mai essere pronti abbastanza nel trovarsi di fronte alla meraviglia di una vita che sboccia. Mi emoziono solo al pensiero di poter vedere il mio secondo figlio per la prima volta, un sogno che continuo a chiedermi se diventerà realtà tra poche ore. Il mio approccio con la nuova vita è stato diverso fino ad oggi, il cuore di mio figlio era già grande quando ci siamo uniti per la vita e non è stato l'ecografo a mostrarlo, ma bensì il mio orecchio appoggiato sul suo morbido petto.

Sperare nel destino è quanto in mio potere, non mi è concesso altro. Il resto l'ho fatto tutto, non possiedo ulteriori segreti o armi. Ho fatto quello che potevo, anche a discapito del mio corpo. Spero con tutta la forza che ho, la stessa che sono certa abbia questa piccola vita dentro me. "I bambini hanno voglia di nascere", lo ha detto un'ostetrica ad una ragazza che mi ha scritto una bellissima mail qualche giorno fa e che a sua volta ha deciso di regalare queste parole a me. Ho amato questa frase, mi ha commosso. Pensiamo sempre a noi stesse, a noi donne e al nostro impegno in questa impresa, perché di questo si parla in termini di PMA. Non ci soffermiamo mai a riflettere sul lavoro e sul sacrificio che ci mette il nostro corpo, indipendentemente da noi e soprattutto il nostro piccolo embrione. Non pensiamo mai al fatto che magari è proprio lui il primo ad aver voglia di vivere e venire al mondo. Questo pensiero mi sconvolge e tocca note dentro me delicate e sensibili. L'emotività ormonale è ancora forte, quella si controlla davvero male!!


I bambini hanno voglia di nascere. Ed io spero tanto che anche il mio lo voglia, con la stessa intensità con cui lo desidero io. Infinita.

Ps: Perdonate i piedi visibilmente sporchi di NE nella foto, che per usare i giusti termini sono lerci. Consideriamolo sinonimo di un bambino che vive scalzo tutto il giorno in casa ed in giardino, consideriamolo come un simbolo di libertà, consideriamolo come un "ormai la foto l'avevo fatta" e così mi tocca pubblicarla!!


"É justamente a possibilidade de realizar um sonho que torna a vida interessante." 
[O alquimista - Paulo Coelho]

ti potrebbero anche interessare

49 commenti

  1. Carissima Eva. Tieni duro con la speranza! L'ottimismo a volte frega, la speranza no. Come e' bella e significativa l'immagine di te "bambina con le mani nella marmellata".
    Ti abbraccio e ti penso.

    PS I piedi sporchi di NE sono la bandiera della liberta'! :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un'immagine che mi rappresenta molto, in generale :)
      La speranza è qui con me e tiene duro, nonostante la paura che a pochi minuti dalla verità comincia ad acquistare forza.
      Un abbraccio grande a tutti voi.

      Elimina
  2. Dai dai che sta andando tutto bene... non vedo l'ora sia domani per voi! xx

    RispondiElimina
  3. sono tranquilla, molto tranquilla, innaturalmente ed incredibilmente tranquilla. Parlo di una serenità profonda, uno stato di quiete continua. Sono docile, sono sorridente come non lo ero da tempo, sono felice. Non so bene come interpretare questo stato d'animo

    mia dolce amica.... sei incinta !!!!!!!
    vorrei tanto sapere a che ora sarai "sondata", le ore europee diciamo... la ia energia è al momento davvero potente, vorrei direzionarla perdilì
    un bacione grande grande e un abbraccio strettissimo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra circa mezz'ora, salvo probabilissimi ritardi da parte della ginecologa. Quindi le 13.30-14 ora italiana!!
      Grazie per l'energia e per l'affetto, mia cara. Ti abbraccio.

      Elimina
    2. perfetto!!! saro' sul lettino del fisioterapista posata e tranquilla, il setup migliore per mandare tantissime onde positive!! Torna subitissimo a raccontare... per favore
      :* :* :*

      Elimina
    3. L'attesa è più lunga di quanto sperato, ma non tarderò a mandare notizie. Promesso!! <3

      Elimina
  4. Ti penso intensamente. Stavolta è quella giusta.
    come dici tu, i piedini lerci sono segno di libertà, di gioco, di corse, di vita vissuta.
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace leggere che questa volta è quella giusta. Lo spero così tanto...
      Un grande abbraccio.
      Sono davvero felice che tu mi accompagni in tutto questo percorso, grazie di cuore.

      Elimina
  5. Che belle notizie Eva e che bei numeri! Sono davvero felice e credo abbia ragione Squa: sei semplicemente incinta...e puoi immaginare il peso che io dia alla parola semplicemente in questo caso. Non commento molto, mi sento un po' ogni volta col fiato sospeso e ogni volta davanti a quei bellissimi numeri respiro...ma ci sono. All'eco saremo tutte con te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È bellissimo quello che ha detto Squa, ma tu sai anche bene quanto sia difficile sentirsi tale. Credere che sia davvero così. Tra poco in ogni caso sapremo di più ed io scaccio i brutti pensieri che ogni tanto fanno capolino nella mia mente.
      Grazie per esserci, al di là della frequenza dei commenti. Anche in silenzio la tua presenza vale oro.

      Elimina
  6. Che bella sensazione deve essere avere quella calma e serenitá che dici!!!!!!io questi giorni vivo in uno stato di ansia costante...ieri mattina sono stata in ospedale a fare le ultime analisi prima della icsi ed ero circondata da donne incinte...ecco mi sono sentita morire...lo so ke non conosco le loro storie e come ci sono arrivate ( con più o meno facilità ) e ke cmq ogni gravidanza è una cosa meravigliosa a chiunque la viva...ma lì in quel momento ho avuto la consapevolezza ke a me non toccherà mai. Non lo so perché...è stato come se mi avessero svegliato all improvviso e avessi visto tutto con chiarezza. A mio marito non ho detto niente.....come potrei ? Non lo so sè tutto ciò è normale nel percorso della pma...o sarà ke da noi è già autunno pieno e nn smette mai di piovere ?????
    Scusami lo sfogo ...ciò non toglie che x te sono felicissima e ti abbraccio sempre!!!
    Un bacio
    Kris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La conosco perfettamente quella sensazione. Sono anni che a causa del l'infertilità mi trovo in sale d'attesa piene di donne incinta, senza che io sia mai una di queste. Essere incinta di sette settimane, non fa di me una che ha la certezza di poter avere la pancia. Quella pancia non l'ho mai avuta e non posso sapere ancora se l'avrò.
      Certo che è normale pensarlo, chi di noi non lo ha fatto e con assoluta certezza. Eppure a qualcuna capita, la stessa che a sua volta ha creduto di non potere ricevere questo dono immenso. È a questa speranza che mi attacco io, al fatto che capita e perché no, può capitare anche a me un giorno. Chè poi "capitare" non è esattamente il verbo giusto quando si parla di PMA.
      L'autunno mette tristezza, la pioggia idem. Qui oggi è nuvoloso e già non aiuta, quindi sono certa che il tempo influisca sullo stato d'animo.
      Vai avanti Kris, è ancora presto per mollare, per credere di non riuscire. Sei ancora all'inizio, hai tante strade davanti e le possibilità ti aspettano. I sogni quando non arrivano, vanno inseguiti.
      Un abbraccio.

      Elimina
  7. Ciao Eva, sono una tua lettrice silenziosa... e rivivo ciò che stai passando ora...
    hai detto bene, non pensarci troppo, la leggerezza e la mente libera a volte aiuta!
    VEDRA CHE ANDRA' TUTTO ALLA GRANDE!!!!!
    Ti ringrazio per le splendide parole e le emozioni che mi fai vivere ogni volta che ti leggo,
    SEI UNA FORZA e UNA SPERANZA per tante donne!
    Facciamo il tifo per te/voi, io e il mio cucciolo di 13 mesi...
    I SOGNI SI AVVERANO!!!
    Un abbraccio
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La speranza sei tu, non io :) È così confortante leggere di chi ce l'ha fatta, di chi la felicità adesso la stringe tra le braccia.
      Grazie per dedicarmi un po' del tuo tempo e per esserti palesata oggi, è il giorno giusto perché io in questo sogno ci credo davvero tanto!!
      Un grande abbraccio, Sara.

      Elimina
  8. Sei serena e docile... Come una mamma che aspetta ;) E comunque ci verrei anche io a vivere scalza, lì con voi! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bell'immagine questa mamma...
      Qui sei la benvenuta!! Ti penso e aspetto insieme a te.

      Elimina
  9. Cara Eva, anche oggi ti penserò intensamente mentre sentirai quella musica melodiosa e miracolosa!!! I piedi del tuo bimbo, come i suoi occhi ed il suo sorriso sono l'emblema della libertà e della felicità!!! :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono qui in attesa e adesso più che mai spero tanto di sentirla quella musica :*)
      Un abbraccio, cara

      Elimina
  10. Mi sa che questa serenità è solo il primo dei regali che il tuo secondo figlio ti sta facendo :-)
    che bello leggerti tranquilla, con questa delicatezza di pensieri.. quei piedini lerci sono un amore (piedini poi, mi sa che ha già un bel numero!) :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che oggi possa farmi un altro grande regalo <3
      Ci pensavo ieri, NE è grande e quei piedi non sono più così -ini!! :*

      Elimina
  11. Aspetto bellissime notizie e spero che presto tu riesca a vivere tutto più serenamente, guardando solo avanti. I piedini di NE sono bellissimi così!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più serenamente di così non credo sia possibile :) Certo è che se dovesse andare avanti, piano piano la tensione si allenterà. È quello che spero con tutta la forza che ho.
      Grazie, Silvia.

      Elimina
  12. Appena hai fatto l'eco facci sapere! Anche un breve post per dirci che va tutto bene e hai visto il gamberetto fare favolose evoluzioni che non puoi ancora sentire perchè ha ancora un attico di cui disporre...che tra un po' diventerà uno stretto monolocale.
    Un bambino troppo pulito è un bambino che non ha giocato! Poi la sera deve essere accuratamente disinfestato/abraso/ripulito/grattuggiato...ma i bimbi si DEVONO sporcare!
    W i piedi neri! (io da piccola in estate avevo i calli sotto ai piedi perchè le scarpe non potevo vederle nemmeno in fotografia)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono qui in attesa, che come previsto sembra essere molto lunga. Mi hai fatto sorridere con la storia del monolocale... :)
      Se lo sporco sotto ai piedi è proporzionale al divertimento, posso stare tranquilla!!

      Elimina
  13. tranquilla, vedrai che oggi andrà tutto bene! sono immensamente felice per voi genitori e per NE!

    purtroppo a noi non si può dire lo stesso e il medico ha consigliato di lasciar stare, che brutta sensazione non avere speranze. è davvero un momento difficile.
    A

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace tantissimo leggere queste parole. Non conosco la situazione e quindi mi è difficile dire la mia opinione, però mi sembra strano sentire un dottore consigliare di mollare, di lasciar perdere perché non ci sono speranze. Oggi la medicina arriva quasi ovunque, ci sono tantissime tecniche per tutti i problemi. Certo il risultato non è assicurato... Ma almeno il tentativo vale sempre la pena.
      Spero onestamente che possiate parlare con qualcun'altro e che la speranza torni a casa vostra!!
      Un abbraccio enorme a tutta la famiglia.

      Elimina
  14. Ti leggo, ti seguo anche se non sempre riesco a lasciare un commento. Immense le tue parole quando dici di non avere altre armi e sei in mano al destino: spesso è così ma ci danniamo cercando strade che davvero non ci sono. E sul dolore, quello va attraversato, vissuto, è non è cieca commiserazione di sé, ma elaborazione doverosa, necessaria per ripartire dopo ogni lutto. Ti abbraccio e abbraccio la tua serenità che è davvero un grande valore. Incrocio, prego e attendo con voi. Sandra quella di Olga

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, la storia sul destino spaventa sempre un po' e per quanto riguarda il dolore, niente da aggiungere alle tue parole esatte.
      Grazie per aver trovato un momento per me, adesso che sei ancora più indaffarata con la tua dolcissima Olga!! Un bacio affettuoso ad entrambe.

      Elimina
  15. Evviva! Evviva Eva....e la sua pancia,e il suo bimbo coi piedi sporchi :)
    Ora però...basta beta eh? che lo sai che dopo un po' non crescono più tanto e rischi solo di farti paura da sola per niente :)

    Attendiamo l'ecografia e intanto balliamo per la stanza facendo 8.396 passettini di danza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basta assolutamente!! È la stessa cosa che mi ha detto la clinica... ;)
      Sono in attesa e non è facile. Immaginare quella danza mi ha rallegrato. Grazie cara, vi abbraccio.

      Elimina
  16. Vedrai che quella bimba del sogno ha ben capito dove doveva andare...un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso piangere in una sala d'attesa piena di gente, vero?!
      Ti abbraccio con affetto. Grazie!!

      Elimina
  17. Che le tue orecchie sentano e i tuoi occhi vedano ciò che così ardentemente desideri.questo è il mio augurio x te oggi. In bocca al lupo. Giù

    RispondiElimina
  18. Oggi, poche ore fa, è nata la bella bimba di una mia carissima amica, alla sua terza, e finalmente felicemente conclusasi, PMA. Ti auguro davvero che questa concomitanza porti buono! in bocca al lupo!
    Gibi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voglio pensare che sia così!! :)
      Grazie per questo augurio. Un abbraccio a te, la tua amica e la sua piccola.

      Elimina
  19. Tanti tanti pensieri positivi dalla Florida!

    RispondiElimina
  20. Ti volevo fare un grande in bocca al lupo......................domani mattina spero tanto di leggere belle notizie te lo meriti .......ve lo meritate un abbraccio una lettrice affezionata!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le buone notizie sono arrivate :)
      Grazie di cuore per avermi scritto e per essermi affezionata.

      Elimina
  21. Sono stata una settimana in Sardegna senza internet, Ti ho pensato, ero sicura che andava tutto bene. Che andrà tutto bene ;-)

    RispondiElimina
  22. Dopo i 1200 si raddoppiano ogni tre giorni, confermo.

    Io spero con te. Capisco ogni tuo istante. Il mio punto zero è la tua giornata di domani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che capisci, perfettamente.
      Il tuo punto zero spero diventi un punto di partenza. Presto.

      Elimina

Translate

I miei post via mail

Like us on Facebook