57

La seconda volta non si scorda mai [Io mi buco - ancora una volta - da sola]

giovedì, settembre 03, 2015

Le aspettavo per il weekend di metà agosto. Santa Maria la avrei festeggiata anche io in Brasile, nonostante non sia costume farlo. Mi ero ovviamente posta un margine di tempo, che arrivava ad una settimana dopo. Il mio ciclo è breve, generalmente. Un avverbio che sottolinea la possibilità di un'eccezione, la stessa che si è in effetti verificata.

Dopo una estenuante - nonché preoccupante - attesa, dopo un'ecografia, un dosaggio ormonale e dopo anche un test di gravidanza casalingo, sempre dolorosamente negativo, al quarantesimo giorno il ciclo si è deciso ad arrivare. Un ritardo inaspettato, pieno di sensi di colpa e pensieri. Certo, tra i tanti anche quello di un miracolo. Dicono che capitino di tanto in tanto, a qualcuno che evidentemente non siamo noi.
Il ritardo potrebbe essere derivato dai medicinali che ho dovuto prendere in seguito ad una brutta virosi o più probabilmente, dalla mia testa. Non smetterò mai di meravigliarmi di fronte alla potenza della mente, vincitrice assoluta nella battaglia verso il corpo. E la scelta del termine battaglia, NON è puramente casuale!!

Era lunedì, quando il mio corpo ha deciso di svegliarsi e darmi un giorno degno di essere anticipato dal buon. Sono arrivate inaspettatamente ed hanno riacceso un motore rimasto fermo a lungo. Un anno e sette mesi per l'esattezza, il tempo trascorso dall'altro tentativo. Il primo.
I motivi per cui ho lasciato andare mesi di possibilità sono già noti a chi ha continuato a leggere questo trascurato blog. Ho riassunto e giustificato parlando della mia insaziabile voglia di viaggiare e seppur vero, tutti insieme fingeremo che non c'è altro dietro. D'altronde in questo momento preferisco voltare le spalle al passato e pensare al futuro, perché i prossimi giorni potrebbero cambiare qualcosa. Il passato è ormai inattivo e il presente, volge solo al futuro.


Martedì mattina, l'ecografia che mi avrebbe permesso di sapere se il mio corpo era preparato per la partenza. Nutrivo forti dubbi e invece sono stata sorpresa, questa volta in positivo. Poche ore dopo, la clinica mi annunciava che potevo partire e che avrei dovuto farlo con una dose di Puregon 300 Ui, invece dei 200 Ui della volta scorsa. Non so se sia giusto fare tutti questi paragoni, ma siccome ho la certezza di possedere una mente dotata di vita propria, trovo difficile evitarlo.
Ore diciotto, è l'ora che ho scelto. Poi sono diventate le diciotto e cinque, causa l'aver peccato di presunzione sulla preparazione della penna di Puregon. Nei miei ricordi era tutto molto semplice e sono certa che in pochi giorni riacquisterò la destrezza che mi contraddistingueva e che non è certo motivo di vanto. 
Il detto "la prima volta non si scorda mai", è evidentemente inapplicabile su di me. La seconda prima volta invece, l'ho sentita bene sul mio addome e la ricordo con esattezza.
La scena si è svolta sul solito divano, anche se quest'anno la sua posizione è cambiata. Ci fosse stata una terza persona, mi domando se avrebbe trovato più bizzarro una donna che si buca o il marito che la fotografa. Mi piacciono le fotografie, non ci posso fare niente e se ci sono momenti impropri per scattarne una, non mi è parso questo. Non ho sentito male, ma il liquido mi ha dato fastidio per circa mezz'ora dopo l'iniezione. Non ricordo di aver avuto questa sensazione l'altra volta. Ancora paragoni, ci sarà da divertirsi quando arriveremo alla fase dei sintomi o peggio, dei "fantasintomi".
Le indicazioni dalla clinica, ossia del mio caro Dr. Destino, sono di aggiungere alla puntura di Puregon vitamine, acido folico, Omega 3 e Aspirina Prevent 100mg. Tutto fino a sabato, giorno in cui abbiamo fissato la prima ecografia per il controllo dell'ovulazione, che avverrà nella clinica a São Paulo. Questa volta partiamo prima, ovvero oggi abbiamo il volo. Oggi? Oddio, oggi. Fino a ieri dicevo giovedì e faceva tutto un altro effetto!!
Il motivo principale è legato alla mancanza di quei farmaci che ci erano scaduti e che abbiamo riacquistato, ma che non sono mai arrivati causa malfunzionamento delle poste. L'alternativa  poco valida era di farli arrivare via aerea, ma i costi sono molto elevati e noi saremmo comunque partiti pochi giorni dopo. Trovare la casa è stata un'impresa, ne abbiamo fissata una pochi minuti fa e probabilmente la cambieremo durante il tragitto, se tutto andrà come deve. Conto sull'efficienza di mio marito, che è fenomenale in questo e sulla nostra adattabilità, che lo è altrettanto. Soprattutto quella di NE, lui che è felice di prendere ancora una volta l'aereo, lui che vive sereno nella sua innocenza di bambino. Vorrei prenderla in prestito per un mese, sarebbe di aiuto!!

Come mi sento ancora non lo so. Meno romantica della prima volta, ma con la sicurezza tipica delle seconde. Meno sognatrice, ma non meno speranzosa. Meno impaurita e più cosciente. 
Sento che voglio fare tutto il mio dovere, consapevole che potrebbe non essere sufficiente. Sento che voglio provare a non illudermi, consapevole che lo farò comunque ed inevitabilmente strada facendo. Sento che siamo in corsa e che le mie gambe sono forti.






Ieri sera seconda e terza puntura, con due penne cariche di Puregon in mano sembravo davvero una guerriera. Sì, perché la dose di 300Ui in un flacone che ne contiene 400, obbliga a due buchi quotidiani o tre alla fine dei conti. Non ne ho fatto un dramma, ridendoci sopra. Mio marito ha detto che sono un po' pazza e forse ha ragione. Lo siamo un po' tutte noi donne con problemi di fertilità, di qualunque tipo si tratti, perché per inseguire un sogno facciamo cose impensabili ai più. Esponiamo con lucidità il nostro corpo e la nostra mente al dolore fisico ed emozionale, nel tentativo di riempire il nostro cuore d'amore e stringere tra le braccia nuova vita. 
Se qualche anno fa mi avessero detto che per creare una famiglia avrei prima affrontato montagne di fogli di carta, faccia a faccia con la burocrazia, psicologi, assistenti sociali e tribunali, avrei pensato a me come una criminale. Se mi avessero detto che per continuare a farlo avrei cominciato a bucarmi, a girare tra ospedali, cliniche, laboratori in giro per il mondo, avrei pensato a me nei panni di una psicopatica.
E invece non sono nessuna di queste due cose, sono solo una mamma che desidera abbracciare i suoi bambini e che non potendo venire loro a lei, ha deciso di andarseli a prendere. Ovunque si trovino, anche in capo al mondo. Un mondo che non capisco più dove inizi e dove invece finisca.

Adesso scappo. Ho due valige grandi da riempire e una casa da sistemare. Staremo via molto a lungo questa volta, se tutto andrà bene. 
Andrà tutto bene, vero?!!


"È l'inizio della storia. C'era una volta. Ma questa, non è una storia che si possa raccontare. È una storia che non è ancora accaduta."
[Stanza 411 - Simona Vinci]

ti potrebbero anche interessare

57 commenti

  1. tanti tanti tanti in bocca al lupo!!!!xxxxxxxxxxxxxxxxx

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima, grazie!!
      Come state tu e il tuo piccolo?

      Elimina
  2. Andrà tutto bene. ❤️ Ti presto anche le mie gambe per correre. Ti stringo!

    RispondiElimina
  3. brividi.. e comunque anche io foto, non ho resistitio.. è un momento troppo forte ed emozionante.. mi fa ridere che lo abbia pensato anche tu, che è una cosa strana. Ma è proprio la tua follia così dolce che ti fa andare avanti.. e che fa sopportare tutto questo alle donne che vogliono diventare mamme.. Aspetto vostre splendide notizie.. Mese di Settembre, ti ricorderemo!

    RispondiElimina
  4. Buon viaggio, in tutti i sensi...io sono speranzosa e tu coraggiosa e guerriera!!! Un super mega in bocca al lupo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. in bocca al lupo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Ieri guardavo la foto che Chiara aveva appena messo su ig, quella di Via Panisperna, tu avevi risposto che tempo indietro ne avevi fatta una simile. Così sono venuta da te per guardare la tua foto ed invece mi sono persa tra le altre, belle bellissime, e non ho smesso fino a quando son arrivata qui a leggere il tuo blog scoprendoti parola dopo parola, ritrovandomi in alcune tue frasi e sorridendo per stesse cose che ci piacciono! Hai qualcosa di straordinario nel saper trasmettere te stessa agli altri, non è da tutti arrivare dritti alle persone ma tu lo si fare perchè sei semplicemente autentica.. Un grande abbraccio.. Buon viaggio!

    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca!!
      Ti rispondo solo adesso, scusa. Ma questi sono giorni un po' confusi, certamente impegnativi. Eppure posso assicurarti che più volte ho pensato alle tue parole.
      Non commento spesso le foto, in particolare quelle di Chiara. Sono sempre un po' intimidita dalle bacheche sotto i riflettori e temo di scrivere cose poco inerenti, come probabilmente lo è il commento che hai letto tu.
      Sono felice però che sia servito a portarti fino qui e ti ringrazio profondamente per le belle parole che hai speso per me. Sono felice di trasmettere belle sensazioni e sono felice di avere cose in comune con te!!
      Grazie per l'augurio e un abbraccio grande a te.

      Elimina
  7. Un pensiero dolcissimo ed entusiasta. Crediamoci insieme mano nella mano. Anche da qui a lì

    RispondiElimina
  8. Dita incrociate per voi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Durante queste attese estenuanti, servono!! Grazie.

      Elimina
  9. Andrà bene! In bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero, anche se la strada è tanto tanto in salita. Grazie.
      Tu a che punto sei?

      Elimina
  10. Non so cosa scrivere per augurarti ogni bene.
    In bocca al lupo, buona fortuna, dita incrociate...e tutto quello che si può dire!
    Siamo qui ad aspettare le buone notizie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu hai scritto tanto e hai scritto bene. L'affetto che mi trasmetti e la forza, sono impagabili.
      Grazie, con tutto il mio cuore.

      Elimina
  11. Tanti pensieri tutti per voi ����

    RispondiElimina
  12. Vi invio onde positive e che una buona stella vi protegga!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le onde positive arrivano, speriamo ci assista anche la fortuna!!
      Grazie mille.

      Elimina
  13. Sono con te! Un abbraccio grandissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, carissima!!
      Come state tu e il piccolo? Come procede la vita di mamma?
      Vi abbraccio

      Elimina
  14. In bocca al lupo tesoro, e che sia la volta buona! xx

    RispondiElimina
  15. Andrà tutto bene! Non smettere di ripetertelo, andrà tutto bene! :) fingers extra crossed!!! (Fra-down under)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo ripeto e quando non lo faccio, è perché penso ad altro e sono serena.
      Grazie, Francesca. Un abbraccio a te e ai tuoi gioielli.

      Elimina
  16. In bocca al lupo per questo nuovo viaggio, speriamo tanto in un lieto fine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, carissima!!
      Grazie mille per l'augurio e per esserci anche questa volta. Sperando che sia quella buona!!

      Elimina
  17. Dai guerriera, corri come sai fare...io accavallo tutto quello che posso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanta carica in queste parole. Grazie con tutto il mio cuore.

      Elimina
  18. Andrà tutto bene! Credici più che puoi!!!
    Elisabetta

    RispondiElimina
  19. Incrocio tutto per te, te lo meriti!

    RispondiElimina
  20. Eccomi qui, ho appena letto la tua mail...solo un mese di ritardo... Sono tutta incrociata per te. Dico solo che la seconda per me è stata la volta buona...C'era una volta una donna meravigliosa che ogni sera si faceva una puntura....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... e che aveva riposto in quelle punture tutta la sua speranza!!
      Carissima Lucia, che bello trovarti qui. Spero di ricevere tue notizie.
      Un abbraccio a te e al piccolo

      Elimina
  21. Sono diventata decisamente silenziosa, ma mi paleso x un enorme in bocca al lupo!!

    RispondiElimina
  22. Un grandissimo in bocca al lupo anche da San Francisco! Sai che tifiamo tutti per te e per voi, no? =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Sabina.
      Sì, lo so. Però è bello leggerlo :)

      Elimina

Translate

I miei post via mail

Like us on Facebook