1

La profezia del Paciocchino

giovedì, maggio 10, 2012


Per lungo tempo non ho creduto nel destino, nelle profezie o nei segni, in generale. La vita talvolta però, riesce ad essere sorprendente e tutto quello che possiamo fare, è credere. Anche quando non esistono spiegazioni plausibili.

Tutto è iniziato lo scorso luglio, quando sono tornata nella mia città, in Italia, per un mese da passare insieme alla mia famiglia e agli amici, ritrovando le mie vecchie abitudini. Un tempo bellissimo.
Un giorno mia madre inizia a raccontare qualcosa riguardo un evento bizzarro che le è capitato pochi giorni prima, un gioco inventato da lei stessa. 
Mamma S. è una donna incredibile, la migliore mamma che potesse capitarmi nella vita ed il mio amore per lei è immenso. Io e mia sorella però, le abbiamo sempre attribuito un ruolo che credo davvero un po' le appartenga. La strega. Questo non si significa che sia una persona che fa cose strane, anzi. Credo che la sua prima caratteristica sia l'amore verso il prossimo, il modo in cui si dedica alle persone. Per questo vanta una cerchia enorme di amici, con la A maiuscola, perché è una di quelle persone che fanno bene, di quelle che quando le hai vicino lo senti e ancor di più senti quando le hai lontane. Probabilmente è proprio questa profonda sensibilità a permetterle di vedere un po' più là, cogliendo particolari situazioni o sentimenti invisibili agli occhi.  
E' così che mi ha parlato di un regalo che aveva pensato di farmi. Lei ama dipingere, creare e decorare. Non le attribuirei doti particolari, ma sicuramente una grande originalità. L'intenzione era di creare un pensiero divertente, visto che l'avevamo messa a conoscenza della nostra voglia di avere un figlio quanto prima, per l'esattezza non appena saremmo rientrati in Brasile.
E' così che, passando davanti ad un'edicola, ha deciso di comprare una di quelle bustine contenenti un piccolo pupazzetto di plastica, di quelle che solo dopo averla aperta si scopre se si tratta di un maschio o di una femmina. Sto parlando dei noti Paciocchini, nella loro versione più recente.

Mentre apriva la bustin, mia madre pensava - Questo piccolo bambolotto sarà dello stesso sesso del primo figlio di Eva. E così, pochi secondi dopo, scopriva che si trattava di un maschio!! Che era esattamente quello che avrei desiderato avere all'epoca, quando ancora mi concedevo frivoli sogni e credevo che bastasse desiderare una cosa per ottenerla. Quello che però ha sconvolto anche una mente aperta come quella di mia madre, è scoprire che il bambolotto fosse nero!! Nessun preconcetto da parte sua, ma io e mio marito siamo entrambi bianchi e viviamo a Bahia, in Brasile, dove la percentuale di persone di colore è rappresentata dal 70% circa della popolazione [ http://cenbrasil.blogspot.com.br/2009/05/ii-conapir-estado-com-maior-percentual.html ]. Ovviamente lei non sapeva bene come affrontare l'argomento, così ha deciso di parlarne con mia sorella, la quale ha preso la notizia con grande ironia e divertimento, che poi è stata la stessa reazione mia e di mio marito, il quale non si è risparmiato battute di discutibile gusto.

In realtà abbiamo sempre parlato di adozione come qualcosa di reale, come un desiderio di entrambi, soprattutto dopo esserci trasferiti in Brasile, quindi la situazione ci è parsa piuttosto credibile. Il programma però era di avere prima un figlio biologico, quindi il pensiero di questo piccolo bambolotto di colore è stato presto accantonato, nonostante non me ne sia mai separata.

Oggi, dopo tutto quello che abbiamo passato, guardando la strada che ha preso la nostra vita, non riesco a pensare che quello sia stata una semplice casualità. 
Attualmente stiamo proprio aspettando che il nostro piccolo bambino color cioccolata arrivi a casa, tra le nostre braccia, per fare di noi una famiglia. Non potrei sentirmi più fortunata di così e ogni giorno rivolgo il mio sguardo verso quel piccolo giocattolo del destino, col sorriso. Lo stesso di mia madre, che condivide la nostra stessa felicità.


Dovrei chiederle di fare la stessa cosa per il nostro secondo figlio?? 
Forse no. Lol.

ti potrebbero anche interessare

1 commenti

Translate

I miei post via mail

Like us on Facebook